CURIOSITÀ

MODA E FRUTTA CON ORANGE FIBER

Si può essere fashion con gli scarti della frutta?

La domanda del titolo lascia perplessi ma la risposta è sì, possiamo essere fashion anche grazie agli scarti della frutta. Se fino a qualche anno fa era impensabile che gli scarti della frutta sarebbero stati usati per produrre capi di abbigliamento, ora invece è realtà. Questa realtà si chiama Orange Fiber, una start-up siciliana che grazie alla meravigliosa terra natia delle fondatrici Adriana Santanocito ed Enrica Arena, ha brevettato un tessuto ricavato dalle bucce d'arancia con cui realizzare abiti sostenibili.

La regione Sicilia produce il 25% delle arance italiane, ossia l’equivalente di circa 700 mila tonnellate all'anno di scarti, quindi è presto detto che questa invenzione, oltre a poter essere applicata anche ad altri agrumi, è una delle più virtuose ed innovative nella compagine italiana. Per la cronaca: Orange Fiber, ad oggi, è l’unica azienda al mondo in grado di produrre un tessuto sostenibile da agrumi.

Alla base del progetto c’era da una parte la valorizzazione del territorio e dei sui prodotti agricoli e dall’altra un processo innovativo creato dalle fondatrici con anche la collaborazione del Politecnico di Milano. L’insieme di questi elementi ha coniugato le basi di una economia sostenibile con l’eccellenza dello stile “Made in Italy”. Non è un caso che lo scorso anno Orange Fiber ha sviluppato una collaborazione unica con il Gruppo Ferragamo creando la Ferragamo Orange Fiber Collection. Una collezione elegante, fresca e contemporanea per la primavera-estate 2017 che ha rivoluzionato l’esperienza di moda.

Noi di GreenFactor crediamo che la natura e l’ambiente circostante debbano essere conosciuti, rispettati e valorizzati in ogni suo ambito. L’esempio virtuoso di Orange Fiber ci rende sempre più fieri della creatività italiana associata al rispetto di un ambiente sostenibile. La natura è di tutti pertanto cogliamo l’opportunità anche di indossarla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *